23 Maggio: la FIM Ricorda il Giudice Falcone e la scorta

“Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi, perchè è in ciò che sta l’essenza della dignità umana” Giovanni Falcone.

Marco Bentivogli, segretario Generale Nazionale Fim-cisl :” Era il 23 maggio 1992 quando furono uccisi dalla mafia il Giudice Falcone, la moglie Francesca Morvillo, e i tre agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. Bertolt Brecht scrisse ‘ Beati i popoli che non hanno bisogno di eroi’. Il nostro paese è costellato di eroi che hanno dato la propria vita compiendo fino in fondo il proprio dovere; esempi che dovrebbero essere stella polare nel nostro agire quotidiano, solo così onoreremo la loro memoria e renderemo il nostro Paese migliore”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: