Verità e giustizia per Giulio Regeni

A cinque anni dal rapimento al Cairo di Giulio Regeni, la Fim Cisl vuole ricordare un giovane e coraggioso ragazzo che ha visto, come ha ricordato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, “crudelmente strappati i propri progetti di vita con una tale ferocia da infliggere una ferita assai profonda nell’animo di tutti gli italiani”.

Ci uniamo alla dichiarazione di Mattarella nel rinnovare l’auspicio di un impegno comune e convergente per giungere alla verità e assicurare alla giustizia chi si è macchiato di un crimine che ha giustamente sollecitato attenzione e solidarietà da parte dell’Unione europea.

Ricordiamo che ad oggi un altro giovanissimo, Patrick Zaki, studente e attivista egiziano di soli 30 anni, si trova rinchiuso in carcere in Egitto dopo essere stato arrestato senza nessun apparente motivo.
La Fim Cisl non è e non sarà mai indifferente. La Fim Cisl unisce la propria voce ai tanti cittadini, alle associazioni e alle forze sociali che reclamano giustizia.
Nel giorno dell’anniversario della scomparsa di Giulio chiediamo che il destino di Patrick sia diverso e che venga immediatamente rilasciato dalle autorità che lo tengono ingiustamente imprigionato.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: